Pisani Dossi


Dal 1985 il GAM collabora con gli eredi di Carlo Alberto Pisani Dossi per studiare e rendere fruibile il museo archeologico collocato nella villa di Corbetta.

Il Dossi è stato una figura di spicco alla fine dell’Ottocento: uomo colto ed eclettico è ricordato soprattutto per la sua produzione letteraria e l’adesione al movimento della Scapigliatura milanese. Percorse una brillante carriera diplomatica che lo portò a Roma, Bogotà, Atene ed Eritrea; in quel periodo costituì una imponente collezione archeologica. Ritiratosi dall’attività politica si dedicò completamente all’archeologia, compiendo numerosi scavi nel territorio di Corbetta, Albairate, Cisliano, S. Stefano Ticino e della Scamozzina. Con i reperti, che vanno dell’età del bronzo all’epoca longobarda, allestì un prezioso Museo costruito su moderni criteri scientifici e museologici e che rappresenta un unicum nel suo genere.

Il GAM si occupa della catalogazione e dello studio dei reperti i cui risultati sono pubblicati in volumi (Lucerne Romane della collezione Pisani Dossi) e in numerosi articoli sulla rivista Archeologia Uomo Territorio. Annualmente organizza due o più giornate di visite guidate al Museo.

L’attività del GAM al Museo Pisani Dossi è stata descritta in un poster in occasione del convegno per i 30 anni del GAM nel 2010.

Per maggiori informazioni potete anche consultare il seguente sito

www.casapisanidossi.com