Viaggio di studio “Roma antica, una città nella città”

12 luglio 2020  
Tema: Visite culturali

25 – 27 Settembre 2020

Viaggio di studio ROMA ANTICA, UNA CITTA’  NELLA CITTA’

Roma antica

Come consuetudine del G.A.M. nell’offrire ai soci opportunità di visite al di fuori dei percorsi turistici tradizionali, Vi proponiamo una visita particolare a Roma: visiteremo i resti sotterranei dell’Acquedotto Vergine (che alimenta tuttora alcune delle più belle fontane della città), l’area archeologica del Vicus Caprarius con annesso museo, le Terme di Caracalla con i sotterranei riaperti da poco, l’area archeologica del Circo Massimo recentemente restituita alla fruizione pubblica e, infine, il Parco Archeologico di Ostia AnticaNostra guida e “cicerone” sarà il Dott. Lorenzo Dell’Aquila, archeologo e presidente di Archeodomani, gruppo che si occupa dello scavo archeologico di Domo a cui molti nostri soci partecipano.

VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020

Ritrovo alla Stazione Centrale ferroviaria, davanti al tabellone centrale delle partenze, alle ore 7.50. Quando il treno sarà a disposizione per la salita dei passeggeri, il gruppo sarà accompagnato direttamente ai posti prenotati; si consiglia la massima puntualità. Ai partecipanti saranno comunicati per tempo la partenza/arrivo, gli orari, il numero del treno e della carrozza. Ore 8.10 circa partenza, arrivo previsto a Roma ore 11.49 circa.

Trasferimento all’Hotel Siviglia, (Via Gaeta 12), deposito bagagli e pranzo libero.

Ore 14.00 incontro con Dott. Lorenzo Dell’Aquila e inizio tour dai sotterranei del Cinema Trevi per visitare l’area archeologica del “Vicus caprarius – La città dell’acqua”. Come dice il nome stesso, non solo acquedotti ma anche città: in questo sotterraneo, infatti, potremo vedere ancora intatte le strutture dell’antico Castellum Aquae, grande serbatoio di distribuzione dell’Acquedotto Vergine, e di un complesso edilizio di età imperiale, testimonianza del tessuto urbanistico antico. Chiuderemo la visita con un passaggio al piccolo museo dell’area archeologica per ammirare esposti i suggestivi reperti trovati durante i lavori di ristrutturazione del Cinema Trevi. Tornati in superficie, dopo una breve passeggiata nel centro della città, scenderemo di nuovo sottoterra, questa volta al piano interrato de LA RINASCENTE dove potremo ammirare, recentemente rinvenute, ben 15 arcate dell’antico acquedotto. Durante i lavori per il nuovo grande megastore, sono stati trovati i resti del grande acquedotto e di tutto il quartiere antico che vi era intorno. Se questi ultimi sono stati rinterrati per motivi tecnici, il grande acquedotto trionfa in fondo alla sala in tutta la sua magnificenza e ci racconta, grazie a un gioco di luci e di suoni, la storia di tutto ciò che lo circondava.

SABATO 26 SETTEMBRE 2020

Prima colazione in hotel. Partenza per Ostia Antica ore 8.30 e incontro con il Dott. Lorenzo Dell’Aquila.

A poca distanza da Roma è possibile tornare indietro nel tempo, lasciarsi alle spalle i semafori, il traffico, i clacson della città moderna per “affrontare” il caos dell’Antica Roma. Le strade affollate, lo sfarzo degli edifici pubblici e delle domus signorili, i mercati affollati, i monumentali impianti termali e le maleodoranti latrine pubbliche. Senza dimenticare i luoghi di culto, le attività commerciali e l’intensa vita politica. Fondata nel corso del IV secolo a.C. e sviluppatasi nel corso dell’età imperiale romana come centro commerciale portuale, strettamente legato all’approvvigionamento del grano nella capitale, Ostia con i suoi 75.000 abitanti fu una vera e propria metropoli alle porte di Roma. Il percorso seguirà i basoli dell’antico Decumano massimo e attraverserà i quartieri della città, i luoghi pubblici (terme, caserme, teatri, latrine), il suggestivo Piazzale delle Corporazioni, le monumentali architetture “istituzionali” (il Foro, la Curia, le Basiliche) fino ad addentrarsi tra i resti delle Insulae e gli spazi commerciali, dove sono ancora visibili le botteghe in cui si può – perché no? – improvvisare una sosta (magari nello scenografico Thermopolium). Ma le bellezze di questo angolo di Roma non si limitano agli scavi. Ad un centinaio di metri dal sito archeologico si trova il Castello di Giulio II e il caratteristico borgo medievale con gli stretti vicoli di san pietrina e le piccole case in pietra. Pranzo libero al sacco.

Nel pomeriggio, terminata la visita di Ostia, sulla via del ritorno ci fermeremo a visitare  la Centrale Montemartini: all’interno della prima centrale pubblica di Roma atta alla produzione di energia elettrica, si trova uno straordinario museo che, in maniera più che affascinante, unisce la visione delle macchine dell’antica centrale ai reperti unici di arte antica della collezione dei Musei Capitolini. Dall’archeologia industriale a quella classica, la Centrale Montemartini è un luogo altamente suggestivo a metà tra realtà e finzione, macchine e dei, dove poter vivere Roma da una prospettiva tutta particolare. Un unicum nel suo genere a Roma e probabilmente nel mondo.

DOMENICA 27 SETTEMBRE 2020

Prima colazione in hotel. Partenza ore 8:30 e incontro con il Dott. Lorenzo Dell’Aquila.

Le Terme di Caracalla erano uno dei centri più importanti di Roma. Non solo un monumentale impianto termale, voluto dall’Imperatore Marco Aurelio Severo Antonino Augusto (meglio noto come Caracalla), alimentato da un’apposita derivazione dell’importante acquedotto dell’Acqua Marcia, ma anche luogo d’incontro e animata piazza d’affari. Nel corso degli scavi effettuati a partire dal XVI secolo furono rinvenute numerose opere d’arte, quali il Toro Farnese raffigurante il supplizio di Dirce, la Flora e l’Ercole Farnese, attualmente esposti al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e le due vasche in granito egizio attualmente in Piazza Farnese. Nel 1824 fu rinvenuto il celebre mosaico con atleti, ora al Museo Vaticano. Tra il 1901 ed il 1912 furono effettuati nuovi scavi, e, nella campagna di ricerca del 1938, fu individuato nei sotterranei delle terme il più grande Mitreo di Roma. Il tour proseguirà poi alla scoperta di uno dei più recenti interventi di recupero archeologico realizzato nel centro di Roma. Dopo tanti anni di completo abbandono è, infatti, tornata fruibile per il pubblico l’area archeologica del Circo Massimo. Uno dei monumenti più antichi dell’Urbe, edificato prima in legno, intorno al 600 a.C., e poi in muratura sotto Giulio Cesare. Si tratta del più grande edificio da spettacolo dell’Antichità: uno dei più grandi di tutti i tempi con i suoi 600m di lunghezza e 140m di larghezza. Più volte devastato da incendi, fu ricostruito sotto il principato di Traiano e molti furono gli interventi degli imperatori successivi, tra cui l’erezione del gigantesco obelisco oggi visibile al Laterano. Visiteremo insieme le gallerie che conducevano alle gradinate della cavea, la strada basolata esterna, alcune stanze utilizzate come botteghe e il piano superiore della suggestiva Torre della Moletta, da cui godere di un bel panorama sull’intera area archeologica e poter “leggere” il monumento da un punto di vista nuovo e completo.

Pranzo libero e verso le 16.10 partenza per Milano dove contiamo di arrivare attorno alle 19.50 circa.

 

ATTENZIONE: SI CHIEDE AI SOCI PARTECIPANTI SPIRITO DI ADATTAMENTO, COLLABORAZIONE E DISPONIBILITÀ. SI CONSIGLIANO VIVAMENTE SCARPE COMODE E ABBIGLIAMENTO ADEGUATO.

TUTTI I SOCI PARTECIPANTI DOVRANNO ESSERE MUNITI DI CARTA DI IDENTITA’ E TESSERA DEL GAM VALIDA PER L’ANNO IN CORSO.

Condizioni di partecipazione:

  • Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera valida per l’anno!
  • I Partecipanti sono tenuti a sottoscrivere il “Regolamento per i Viaggi”.

Prenotazione e costi:

  • Il contributo richiesto, con un minimo di 20 partecipanti e un massimo di 25 partecipanti, è di 350,00 Euro/socio, in camera doppia più eventuali adeguamenti
  • Il supplemento singola è di 30,00 Euro (totale di 2 pernottamenti, sono disponibili 5 camere)
  • Prenotazione e pagamento entro il 2 settembre 2020.

Dove pagare:

  • presso la sede in corso Lodi 8/C, ogni martedì dalle 18 alle 20, assegno o contanti.
  • oppure mediante bonifico bancario intestato a: “Gruppo Archeologico Milanese”

Dati per bonifico:       Unicredit Banca; c/c 5322689; ABI 02008; CAB 01628

IBAN IT 45 U 02008 01628 000005322689.

L’iscrizione è obbligatoria! Ricordarsi di mandare comunicazione dell’avvenuto pagamento via mail, telefono o di persona alla responsabile dei viaggi. Il solo pagamento non dà diritto a partecipare.

La quota comprende

Viaggio in treno, Biglietto BTI ATAC 3 giorni, pernottamento in albergo a tre stelle, comprensivo di prima colazione a buffet, ingressi, mance, visite guidate a cura del Dott. Lorenzo Dell’Aquila archeologo e guida accreditata.

La quota non comprende

I pranzi e le cene di venerdì, sabato, domenica e tutto quello che non è elencato sotto la voce “la quota comprende”.

Annullamenti e Penalità

In caso di rinuncia, fino alla data stabilita per il saldo, verrà reso l’intero importo della caparra ad eccezione delle eventuali spese già sostenute e non rimborsabili, nonché eventuali penali per prenotazioni già effettuate, che saranno poste a carico del socio rinunciatario. Successivamente alla data fissata per il saldo, verrà trattenuto il 100% della cifra versata. In caso di annullamento del viaggio, i soci saranno integralmente rimborsati. Il socio rinunciatario potrà farsi sostituire da altro socio, purché alle stesse condizioni (ad es. per la scelta della camera). Il GAM deve essere informato di un’eventuale rinuncia almeno 7 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza.

Questo è un programma di massima, che in fase di attuazione potrebbe subire delle lievi variazioni non dipendenti dalla nostra volontà.

Per prenotazioni, informazioni e chiarimenti, contattare:

Maria Ottaiano tel. 02.8910435 (dopo le ore 18 gg lav.), cell.3478289771,.

mariaottaiano22@gmail.com –

Corso Lodi 8c,20135 Milano – tel/fax 02.796372 – email info@archeologico.org

 


Viaggio di studio “Portogallo Archeologico”

11 aprile 2020  
Tema: Visite culturali

 

IL VIAGGIO E’ SPOSTATO A DATA DA DEFINIRE

PORTOGALLO ARCHEOLOGICO

“Itinerario nella culla di grandi esploratori protesa sull’Atlantico

Belem foto

  

Il nome del Portogallo, terra dei lusitani, deriva da Portus Cale, nome dell’antico insediamento situato alle foci del fiume Douro. Attorno al 200 a.C. i romani cominciarono a conquistare il Portogallo. Il paese fu in seguito invaso da Visigoti e Suebi e poi dagli arabi; raggiunse una prima unità nazionale nel XII secolo, con il suo primo re, Alfonso HenriquesTra il 1400 e il 1500 il Portogallo è diventato un forte impero coloniale dando il via ad una campagna di viaggi esplorativi e marittimi condotti dai suoi grandi navigatori come Vasco da Gama o Bartolomeo Diaz. Questo paese, che vanta le frontiere più antiche d’Europa, offre una grande varietà di paesaggi che si susseguono senza sosta, e un patrimonio culturale unico, dalla preistoria al rinascimento, dove modernità e tradizione convivono in perfetta armonia. Gastronomia, ottimi vini e un popolo tra i più ospitali completano un’offerta turistica di alta qualità.

LUNEDI’ 2 NOVEMBRE 2020

MILANO – AEROPORTO BERGAMO – AEROPORTO PORTO –

Ritrovo dei Partecipanti alle ore 10:00 a Milano in via Paleocapa, partenza alle ore 10:30 puntuali e trasferimento in autopullman privato all’aeroporto di Bergamo/Orio al Serio. Disbrigo delle formalità di imbarco e alle ore 13:05 partenza con volo low-cost Ryanair per l’aeroporto di Porto, dove si giungerà alle ore 14:25. Incontro con l’archeologa portoghese che curerà tutte le successive visite e trasferimento in centro città. Dopo la visita panoramica della città, dall’aspetto vivace e sofisticato, felicemente adagiata sulla foce del Douro si procederà con la visita interna del Sé, la cattedrale che si erge sullo sperone roccioso della Pena Ventose, primo insediamento romano. Si ammirerà inoltre la chiesa di San Francisco, il più ricco edificio religioso della città, chiesa in stile gotico con il sorprendente interno settecentesco (per altare, colonne e pilastri, animali delle decorazioni, cherubini, ghirlande e l’albero di Jesse di Sao sono stati usati più di 200 kg di oro). Gli interni sono pesantemente decorati in “talha dourada”, un esuberante rivestimento in legno dorato ed intagliato a motivi vegetali, tipico del barocco portoghese. Al termine sistemazione in Hotel ***(da definirsi) e cena.

MARTEDI’ 3 NOVEMBRE 2020

PORTO (BRAGA – CITANIA DE BRITEIROS – GUIMARÃES)

Prima colazione a buffet; cena e pernottamento in hotel; pranzo libero.

Intera giornata dedicata all’escursione a Braga, la Bracara Augusta di Giulio Cesare, definita la Roma portoghese per la ricchezza delle sue chiese. Visita della cattedrale Sé, un grande edificio di costruzione romanica ma più volte rimaneggiata in epoche successive. Si ammireranno inoltre gli scavi romani: le terme, il teatro e la domus. Al termine proseguimento per gli scavi di Citania de Briteiros: tutt’intorno alla collina di São Romão è stato rinvenuto un esteso insediamento di popolazioni celtico-iberiche, formato da abitazioni a pianta circolare ma cinto da tre possenti cerchie di mura. Dopo la visita ed il tempo libero per il pranzo si proseguirà in bus per Guimarães, culla della nazione in quanto fu la prima capitale del regno portoghese, nonché luogo natale del suo primo re: Afonso Henriques. Della città, patrimonio UNESCO di impronta medievale, si visiteranno il castello, fondato da Enrico di Borgogna nel X secolo, che conserva possenti mura merlate e le vie della città. La visita terminerà con il Museo archeologico dedicato a Martins Sarmento, l’archeologo che effettuò i primi scavi sistematici nella zona. Il luogo è anche sede dell’associazione omonima, la cui biblioteca ospita i lasciti del grande studioso. Il ritorno in hotel a Porto è previsto per il tardo pomeriggio.

MERCOLEDI’ 4 NOVEMBRE 2020

PORTO (COIMBRA e CONIMBRIGA )

Prima colazione a buffet; cena e pernottamento in hotel; pranzo libero.

Trasferimento in bus a Coimbra, importante città d’arte e sede universitaria di lunga tradizione. Visita della città, adagiata sulla riva destra del fiume Mondego e divisa in “parte bassa”, eclettica e vivace, e “parte alta”, che conserva i principali edifici storici e dove il tempo sembra essersi fermato. Inizio della visita dalla cima della collina con l’Università, che ospita la barocca Biblioteca Joanina, affrescata e arredata con splendidi mobili intarsiati, la Cappella di S. Miguel, la Sala dos Capelos (per le tesi) e il Carcere Accademico. Dal complesso universitario si diramano stradine e vicoli che costituiscono la trama urbanistica della città alta e portano alla città bassa, accanto al Ponte Santa Clara, crocevia dell’usuale attività cittadina. Sosta davanti al Monastero di Santa Cruz, ove il canonico agostiniano Fernando de Bulhões da Lisbona divenne il religioso Antonio, che oggi veneriamo come Sant’Antonio da Padova. Al termine proseguimento per Conimbriga e visita alla più estesa zona archeologica d’epoca romana del Portogallo nonché del museo Monográfico, che raccoglie i ritrovamenti delle campagne di scavi.

Rientro a Porto e breve visita panoramica della città. La parte moderna della città vive in perfetta simbiosi con quella antica, dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 1996. Inizio alla Ribeira (dove la gente si dedica al commercio fluviale). Proseguendo la visita si imbocca Avenida dos Aliados, un ampio viale ottocentesco sul quale si affacciano numerosi caffè tradizionali, antiche cartolerie, librerie e negozi. Si ammirerà infine la torre campanaria di Clérigos, simbolo della città, pregevole opera in pietra dell’architetto Niccolò Mazzoni, alta 75,60 metri. Una scala di 240 gradini conduce al terrazzo, da dove la vista si perde in un panorama mozzafiato. Se c’è tempo, Museo della Santa Casa da Misericordia e solo da fuori la Libreria Lello.

Tempo permettendo, sulla strada di rientro si sosterà a Vila Nova de Gaia per la visita di una storica cantina, con degustazione di Porto.

GIOVEDI’ 5 NOVEMBRE 2020

PORTO –( TOMAR – BATALHA)  LISBONA -

Dopo la prima colazione a buffet partenza in bus per Tomar, città fondata nel 1157 da Gualdim Pais, primo Gran Maestro dell’Ordine dei Templari in Portogallo. All’interno del castello del XII secolo, che sovrasta la città, visiterete il Convento di Cristo, incontrastato simbolo del luogo con i suoi sette chiostri, la nota finestra in stile manuelino e la chiesa a forma circolare e di dimensioni tali che, secondo la leggenda templare, permetteva ai cavalieri di assistere alla messa direttamente a cavallo ed essere sempre pronti a partire per la causa cristiana. (Visita del centro storico, un fitto groviglio di stradine, dalla vivace Rua Serpa Pinto all’antico quartiere ebraico). Dopo il pranzo libero proseguimento per Batalha, località nota per il Monastero di Santa Maria Victória, la bellissima abbazia domenicana costruita nel XIV secolo per celebrare la vittoria portoghese di Joao I nella battaglia di Aljubarrota contro i castigliani. All’interno ammirerete il chiostro reale con occhi gotici abbelliti da trafori manuelini che li rendono eleganti ed armonici; bellissimo il portale nel medesimo stile. Impareggiabili le “Capelas Imperfeitas”, che appaiono incompiute, ma simboleggiano l’infinito. Nel tardo pomeriggio si raggiungerà Lisbona e sistemazione presso Hotel ***(da definirsi); cena e pernottamento.

VENERDI’ 6 NOVEMBRE  2020

LISBONA (BELEM)

Prima colazione a buffet; cena e pernottamento in hotel; pranzo libero.

Giornata dedicata alla visita guidata della capitale portoghese. Nata dalle sette colline, come racconta la leggenda, Lisbona è suddivisa in “bairros” (quartieri), a loro volta suddivisi in “freguesias” (parrocchie). Sono quattro i quartieri che, non delimitati da particolari confini amministrativi, rappresentano culturalmente le zone turistiche per eccellenza: Belém, la parte monumentale (ingresso al Museo Nazionale d’Archeologia per ammirare i manufatti dal Paleolitico al Medioevo); ammirerete anche il vicino Monastero di Jerónimos, eretto in tipico stile Manuelino, Patrimonio dell’Umanità. L’imponente struttura, eretta dall’architetto Diogo de Boitaca per celebrare il ritorno del navigatore portoghese Vasco da Gama dalla scoperta della rotta marittima per l’India. Il Bairro Alto, corrisponde alla città alta; Baixa è la parte bassa della città e l’ Alfama è il nucleo più antico dove si respira tutto lo splendore del celebre passato di questo grande popolo di navigatori. La visita inizierà a Belém, dove si ammireranno anche solo esterni di Palazzo Reale (oggi Presidenziale), il Padrão (monumento alle scoperte) e la Torre di Belém, opera voluta da Manuel I  nella prima metà del 1500 per sorvegliare l’entrata al porto. La torre, oggi simbolo della città, è patrimonio UNESCO. Proseguimento per Bairro Alto, conosciuto di giorno per i negozi di artigianato e, di sera, per la vivace vita notturna e le numerose “tascas” (piccole osterie portoghesi a conduzione familiare). Dal giardino di S. Pedro de Alcântara, il belvedere dell’antichissimo Castello di S. Jorge, si parte in passeggiata verso Chiado. Sosta alla Chiesa di S. Roque, la cui semplice facciata cela un interno ricchissimo, come la cappella di S. Giovanni Battista, commissionata nel 1742 agli architetti italiani Luigi Vanvitelli e Nicola Salvi. Costruita a Roma e decorata con lapislazzuli, agate, alabastri, ametiste, marmi preziosi, ori, argenti e mosaici, dopo aver ricevuto  una benedizione venne smontata e spedita a Lisbona su tre nav e ammesso piccolo ma affascinante museo. Sosta per un “cafézinho” facoltativo [da “A Brasileira”(bar emblematico di Lisbona, con la statua dell’enigmatico scrittore Fernando Pessoa)].

Il rientro in hotel a Lisbona è previsto nel tardo pomeriggio.

SABATO 7 NOVEMBRE  2020

LISBONA (EVORA, SANTIAGO DO ESCOURAL, GRUTA DE ESCOURAL, VALVERDE, GUADALUPE )

Prima colazione a buffet; cena e pernottamento in hotel.

Escursione in bus ad Evora, una città-museo, patrimonio UNESCO e nodo strategico sin dal periodo romano. Qui ammirerete le vestigia romane: le mura, l’arco e le terme e l’imponente cattedrale-fortezza del XIII secolo, dall’aspetto severo. Prima del pranzo libero è previsto anche l’ingresso al museo di Evora, che conserva importante materiale archeologico, fra cui un Sileno dormiente del II secolo. Nel pomeriggio trasferimento nella regione ad ovest della città, dove giacciono alcuni importanti resti megalitici risalenti al Neolitico ed al Paleolitico superiore. Si sosterà a Santiago do Escoural per la visita alla Gruta da Escoural, con incisioni rupestri. All’esterno è visitabile anche un insediamento del Calcolitico. Dopo le visite si proseguirà per Valverde per la visita all’Anta do Zabujeiro, un pregevole dolmen alto 6 metri. Ultima sosta sarà a Guadalupe, da dove si salirà al monte dos Almendres per ammirare un menhir isolato di 2,5 m. ed un cromlech. Infine l’Alfama, il cui nome deriva dall’arabo Al-hamma (bagni, fontane), quartiere antico quanto Lisbona. Spesso considerato il quartiere eterno, data la sopravvivenza miracolosa al grande terremoto, per molti è questo il vero cuore della città e raccoglie la storia moresca del Portogallo, tra attrazioni storiche e tradizionali locali di Fado. Sosta alla Sé Cattedrale, inconfondibile per le due torri campanarie merlate e lo splendido rosone in stile romanico e visita della Chiesa di Sant’Antonio, ove nacque il santo. Discesa a piedi del quartiere lungo le strade, piazzette e viuzze ricche di intensi profumi mediterranei, case dai vivaci colori, apparentemente ammassate l’una sull’altra e caratteristici palazzi ricoperti da preziosi azulejos.

Il rientro in hotel a Lisbona è previsto nel tardo pomeriggio.

DOMENICA 8 NOVEMBRE  2020

LISBONA (ALCOBAÇA – OBIDOS)

Prima colazione a buffet; cena e pernottamento in hotel.

Intera giornata dedicata all’escursione a Óbidos, un affascinante borgo medievale circondato da un imponente giro di mura del XII secolo, con visita a piedi del borgo medievale e sosta ad un tipico bar per l’assaggio facoltativo di una “ginjinha” (liquore a base di visciola) ed Alcobaça, che ospita il monastero cistercense di Santa Maria, con le tombe gotiche del re D. Pedro e di Dona Inês. Il rientro a Lisbona proseguimento fino a Rossio, nella Baixa Pombalina (dal Marchese di Pombal, al quale fu commissionata la ricostruzione di Lisbona dopo il grande terremoto del 1755). L’eleganza del quartiere, dal boulevard Avenida da Liberdade alla piazza do Comércio, punto di partenza dei tipici battelli, è sublime. Il rientro a Lisbona è previsto nel tardo pomeriggio.

LUNEDi’ 9 NOVEMBRE  2020

LISBONA – AEROPORTO LISBONA  – AEROPORTO MALPENSA T2 – MILANO

Prima colazione a buffet in hotel e mattinata a disposizione. Verso le ore 11:00 trasferimento in bus privato e con assistente all’aeroporto di Lisbona in coincidenza con volo low cost Easyjet delle ore 13.40 con atterraggio all’aeroporto di Malpensa T2 alle ore 17:15. Di lì proseguimento per Milano in bus privato.

Arrivo in via Paleocapa previsto per le ore 19:30.

 

ATTENZIONE: SI CHIEDE AI SOCI PARTECIPANTI SPIRITO DI ADATTAMENTO, COLLABORAZIONE E DISPONIBILITÀ. SI CONSIGLIANO VIVAMENTE SCARPE COMODE E ABBIGLIAMENTO ADEGUATO.

RICORDATEVI LA CARTA DI IDENTITA’ E LA TESSERA DEL GAM VALIDA PER L’ANNO IN CORSO.

Condizioni di partecipazione:

  • I Partecipanti sono tenuti a sottoscrivere il “Regolamento per i Viaggi”.
  • Il viaggio si effettuerà colo con un minimo di 15 partecipanti, numero di posti disponibili: un massimo di 20 partecipanti.

Modalità di pagamento

  • Il contributo richiesto è di 1800,00 €, in camera doppia
  • Il supplemento singola è da definirsi (totale di 7 pernottamenti, sono disponibili 3 camere)
  • Anticipo di 500,00 Euro da pagare entro il 21 gennaio.
  • Saldo da pagare entro il 22 settembre.
  • Dove pagare
  • presso la sede in corso Lodi 8/C, ogni martedì dalle 18 alle 20, assegno o contanti.
  • oppure mediante bonifico bancario intestato a:  “Gruppo Archeologico Milanese”

Unicredit Banca; c/c 5322689; ABI 02008; CAB 01628

IBAN IT 45 U 02008 01628 000005322689.

L’iscrizione è obbligatoria! Ricordarsi di mandare comunicazione dell’avvenuto pagamento via mail, telefono o di persona alla responsabile dei viaggi. Il solo pagamento non dà diritto a partecipare.

La quota comprende:

Trasferimento da Milano città all’aeroporto di Bergamo, ritorno dall’aeroporto di Malpensa T2 e trasferimento a Milano – viaggio aereo con voli low-cost Ryanair in andata ed Easyjet al ritorno – posto a sedere prenotato e preassegnato –  nr.1 bagaglio in stiva kg 15 + 1 bagaglio a mano (cm 35x20x20) – tour in autopullman granturismo ed esperta archeologa portoghese parlante italiano per tutta la durata del soggiorno in Portogallo – sistemazione in alberghi 3 stelle sup. in camere doppie con servizi privati – tassa di soggiorno – trattamento di mezza pensione con prime colazioni a buffet e cene a 3 portate servite o a buffet – ½ l. acqua minerale a tutti gli pasti – ingressi ai monumenti e alla cantina – prenotazione dell’ingresso preferenziale di gruppo ove necessario – mance – assicurazione contro le penalità di annullamento (valida per infortuni e malattie documentate; nessuna franchigia!) – assicurazione per spese mediche e danneggiamento bagaglio – documentazione da viaggio – omaggio Centocittà viaggi.

La quota non comprende:

Pasti del mezzogiorno – facchinaggio – extra di carattere personale – tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

 

INCLUSA POLIZZA OMNICOMPRESIVA CENTOCITTÀ

Il meglio dell’offerta assicurativa presente sul mercato: ANNULLAMENTO PRIMA DELLA PARTENZA per decesso o malattia, oltre che del compagno di viaggio, di tutti i parenti più stretti. Franchigia annullata (in caso di malattia e infortunio) dall’indennizzo percepito, mentre per annullamenti in caso di decesso e in tutti gli altri casi previsti franchigia 10% a carico cliente; ASSISTENZA SANITARIA/SPESE MEDICHE/BAGAGLIO/RIENTRO SANITARIO: Massimale Italia € 600, Europa € 3.000, Mondo € 5.000. Rientro anticipato per imminente pericolo di vita di tutti i parenti più stretti, franchigia € 50. Incluse anche malattie preesistenti; escluse solo le malattie croniche (fatti salvi gli aggravamenti imprevisti al momento della partenza) e le malattie neuropsichiatriche. In caso di infortunio o di annullamento prima della partenza si prega di chiamare immediatamente in agenzia o, in caso di giorni di festa, di denunciare il sinistro entro le ore 24.00 del giorno successivo al giorno dell’evento chiamando il numero verde 800.279745 e indicando il numero di polizza 6002002483/J. In caso di denuncia fuori dai termini richiesti l’assicurazione applicherà una franchigia del 30%.

Annullamenti e Penalità

Per annullamenti dovuti a motivi diversi dalla malattia o in altri casi esclusi dalla copertura della polizza assicurativa già inclusa nella quota di partecipazione verranno applicate le penalità previste dal ” Regolamento Viaggi ” GAM.

Questo è un programma di massima, che in fase di attuazione potrebbe subire variazioni non dipendenti dalla nostra volontà.

 

Per prenotazioni, informazioni e chiarimenti contattare:

Maria Ottaiano tel. 02.8910435 (dopo le ore 18 gg. lav.), cell. 3478289771, mariaottaiano22@gmail.com


Gita a Bologna per la mostra “Etruschi. Viaggio nella terra dei Rasna”

13 dicembre 2019  
Tema: Visite culturali

Sabato 25 gennaio 2020

Gita a Bologna

03.4_electa_etruschi_banner_sito_museo_672x290_px

Visiteremo la Mostra “Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna” al  Museo Civico Archeologico

Nel pomeriggio visiteremo il meraviglioso Civico Museo Medievale.

Pranzo con menu tipico, al ristorante Buca Manzoni (al suo interno resti archeologici!).

Ritrovo ore 7:15 in Via Paleocapa, partenza alle ore 7:30 puntali; ritorno previsto alle ore 21 circa; viaggio in pullman GT.

Quota € 110. Iscrizioni entro martedì 7 gennaio 2020. Ricordate di portare la tessera.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi:

in sede al martedì ore 18-20, tel/fax 02.796372, e-mail: info@archeologico.org

Maria Ottaiano tel. 02.8910435 (dopo le ore 18 gg. lav.), cell. 347 8289771, mariaottaiano22@gmail.com

 


Visita alla mostra “Quando l’Italia scoprì il Giappone. Ito Mancio e le prime ambascerie giapponesi in Europa (1585-1615)

2 novembre 2019  
Tema: Visite culturali

Sabato 23 novembre 2019 – ore 10.30

Visita alla Mostra “Quando l’Italia scoprì il Giappone. Ito Mancio e le prime ambascerie giapponesi in Europa (1585 -1615)”

+ “Un museo giapponese in Lombardia” <1 ottobre 2019 – 31 marzo 2020>

presenta la collezione raccolta da Giovanni Battista Lucini Passalacqua.

Ritrovo al MUDEC, via Tortona 56

Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera GAM

Costo € 15, max 25 posti disponibili, prenotazione e pagamento entro martedì 5 novembre 2019.

La visita si effettuerà solo con un numero di soci superiore a 15.


Visita guidata alla “Vergine delle rocce” del Borghetto, di Francesco Melzi

29 ottobre 2019  
Tema: Visite culturali

Sabato 16 novembre 2019 – ore 16:00.

Visita guidata alla “Vergine delle rocce” del Borghetto, di Francesco Melzi:

la più fedele copia contemporanea dell’allievo di Leonardo da Vinci.

Ritrovo davanti alla Chiesa di San Michele sul Dosso, Via Lanzone 53 (davanti a Sant’Ambrogio)

Ci accompagnerà la dott.ssa Martina Beretta.

Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera GAM,

Costo € 2, max 25 posti disponibili, prenotazione e pagamento entro martedì 5 novembre 2019.


 

Gita in giornata alla bassa milanese

12 settembre 2019  
Tema: Visite culturali

Sabato 26 ottobre 2019

Gita in giornata alla bassa milanese

Santa Maria in Calvenzano

Visiteremo l’abbazia di Santa Maria in Calvenzano, il Castello di Melegnano, Roccabrivio, Zivido, la chiesa dei SS. Filippo e Giacomo a Nosedo.

Pranzo all’agriturismo di Cascina Santa Brera di Roccabrivio (produzione propria biologica).

Ritrovo in via Paleocapa dalle ore 7:45 e  partenza in pullman GT alle ore 8:00 precise. Rientro previsto a Milano ore 17:00 circa.

Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera GAM.

Costo € 65, max 30 posti disponibili, prenotazione e pagamento entro martedì 3 settembre 2019. La visita si effettuerà solo con un numero di soci superiore a 20.


PARIGI IN TRENO – Viaggio nelle Capitali europee: Parigi

27 giugno 2019  
Tema: Visite culturali

venerdì 11 – domenica 13 ottobre 2019

PARIGI IN TRENO

Parigi

Il Gruppo Archeologico Milanese offre ai suoi soci il terzo appuntamento di fine settimana dedicato alla visita di una capitale europea: l’antica Lutetia Parisiorum, insediamento gallico e poi città romana, sede dei re Merovingi e poi dei re di Francia, capitale culturale ineguagliata.

L’organizzazione prevede: viaggio in treno TGV, soggiorno in hotel 4 stelle centrale con servizio di mezza pensione (colazione e cena).

Il Gruppo offre la visita guidata in italiano del Musée du Quai Branly, di nuovissima concezione. Si tratta di un “museo costruito intorno a una collezione”, ideato dall’architetto Jean Nouvel nel 2006, che risponde all’esigenza di studiosi e antropologi di rendere alle arti e civiltà non europee il giusto posto tra i musei nazionali. Per accogliere le più di 300.000 opere provenienti da Africa, Asia, Oceania, Americhe, prima disperse in diverse sedi, Jean Nouvel ha ideato un edificio audace, concepito come uno scrigno in vetro ed in legno di 35000 m² sospeso su piloni metallici sopra un grande giardino all’ombra della Tour Eiffel. “I simboli della foresta, del fiume, delle ossessioni della morte e dell’oblio” connotano il complesso museale, ha dichiarato l’architetto francese. Approfondimenti tematici aiutano a comprendere il significato dei manufatti artistici ed artigianali nel contesto storico-culturale dei paesi di provenienza.

I soci saranno indipendenti nella visita della elegante e meravigliosa capitale francese, con le sue innumerevoli bellezze artistiche e le sue specialità culinarie con il buon vino francese.

Parigi non manca di certo di attrazioni e i musei sono innumerevoli. Non c’è solamente il Louvre! Prototipo di tutti i grandi musei, inaugurato il 10 agosto 1793, con immense raccolte archeologiche e di arte antica, che ovviamente non può essere trascurato. Suggeriamo come particolarmente interessanti le seguenti mete:

Musée des Monuments français, imperdibile! Una vera cittadella dell’architettura e dei beni culturali, che riassume dal Medioevo ad oggi l’evoluzione degli edifici e della scultura.

Abbazia cattedrale di Saint-Denis, voluta dall’abate Suger nel XII sec., capolavoro dell’arte gotica, luogo di sepoltura di 43 re di Francia, 32 regine et 10 servitori della monarchia è un vero museo della scultura.

Museo Cernuschi di arte asiatica cinese e giapponese, creato alla fine dell’Ottocento dal milanese Enrico Cernuschi.

Museo Rodin, conserva collezioni archeologiche (circa 200 vasi greci) raccolte dal celebre scultore.

Chi vuole invece spingersi nel contemporaneo non potrà perdersi il Museo Louis Vuitton di arte moderna e contemporanea, sorprendente architettura di Frank Gehry.

Purtroppo il delizioso Musée de Cluny, museo di arte medievale che conserva il famoso arazzo della Dama col liocorno, è attualmente in fase di restauro e riallestimento, così come il Museo Carnavalet di storia della città.

 

PROGRAMMA

VENERDÌ 11 OTTOBRE 2018

MILANO STAZIONE GARIBALDI – PARIGI GARE DE LYON

Ritrovo alla stazione Garibaldi alle ore 08:10 in corrispondenza con il treno TGV delle ore 08:44 per Parigi Gare de Lyon, con arrivo previsto alle ore 16:11 circa. Trasferimento a piedi per il vicino hotel e sistemazione in albergo: Hotel Mercure Paris – Gare de Lyon **** (2, Place Louis-Armand – 75012 Paris – tel +33 9 69367533).

Tempo a disposizione per la visita libera della città.

Cena nel ristorante dell’hotel e pernottamento in hotel.

SABATO 11 OTTOBRE 2018

In albergo, trattamento di prima colazione a buffet.

Mattinata a disposizione per la visita libera della città e pranzo libero.

Nel pomeriggio trasferimento autonomo al Museo di Quai Branly per la visita guidata.

Cena nel ristorante dell’hotel e pernottamento in hotel.

DOMENICA 12 OTTOBRE 2018

PARIGI – PARIS GARE DE LYON – MILANO STAZIONE GARIBALDI

In albergo, trattamento di prima colazione a buffet.

Mattina a disposizione per visite libere; pranzo libero.

Alle ore 14:30 trasferimento autonomo a piedi alla stazione dei treni Paris Gare de Lyon, in corrispondenza con il treno TGV delle ore 14:41 per Milano Stazione Garibaldi, l’arrivo è previsto per le 21:50.

ATTENZIONE: SI CHIEDE AI SOCI PARTECIPANTI SPIRITO DI ADATTAMENTO, COLLABORAZIONE E DISPONIBILITÀ. SI CONSIGLIANO VIVAMENTE SCARPE COMODE E ABBIGLIAMENTO ADEGUATO.

RICORDATEVI LA CARTA DI IDENTITÀ E TESSERA DEL GAM VALIDA PER L’ANNO IN CORSO.

Condizioni di partecipazione:

  • Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera valida per l’anno!
  • I Partecipanti sono tenuti a sottoscrivere il “Regolamento per i Viaggi”.

Modalità di pagamento

  • Il contributo richiesto, con un minimo di 15 partecipanti e un massimo di 20 partecipanti, è di 530,00 €, in camera doppia
  • Il supplemento singola è di 145,00 € (totale di 2 pernottamenti, sono disponibili 5 camere)
  • Anticipo di 230,00 Euro da pagare entro il 2 luglio.
  • Saldo da pagare entro il 10 settembre.

Dove pagare

  • presso la sede in corso Lodi 8/C, ogni martedì dalle 18 alle 20, assegno o contanti.
  • oppure mediante bonifico bancario intestato a: “Gruppo Archeologico Milanese”

Unicredit Banca; c/c 5322689; ABI 02008; CAB 01628

IBAN IT 45 U 02008 01628 000005322689.

L’iscrizione è obbligatoria! Ricordarsi di mandare comunicazione dell’avvenuto pagamento via mail, telefono o di persona alla responsabile dei viaggi. Il solo pagamento non dà diritto a partecipare.

La quota comprende:

Passaggio in treno TGV diretti da Milano Porta Garibaldi a Parigi Gare de Lyon A/R – posti a sedere prenotati in 2° classe – sistemazione in albergo cat. 4 stelle in camere doppie con servizi privati – trattamento di mezza pensione dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo – bevande ai pasti nella misura di ½ l acqua minerale – prenotazione ingresso e visita guidata del Museo di Quai Branly con guida interna in italiano – assicurazione contro le penalità di annullamento (valida per malattie certificabili; nessuna franchigia!) – cartine ed altro materiale informativo – omaggio Centocittà viaggi – assistenza Centocittà viaggi 24 ore dall’Italia.

 La quota non comprende:

Ulteriori visite guidate (indicate con supplemento) – trasferimenti in pullman –facchinaggio – mance – extra di carattere personale – tutto quanto non espressamente indicato alla voce: “La quota comprende”.

 INCLUSA POLIZZA OMNICOMPRESIVA CENTOCITTÀ

Il meglio dell’offerta assicurativa presente sul mercato: ANNULLAMENTO PRIMA DELLA PARTENZA per decesso o malattia, oltre che del compagno di viaggio, di tutti i parenti più stretti.

Franchigia annullata dall’indennizzo percepito per la malattia, rimborso garantito entro 45 gg dalla data di denuncia se la documentazione viene spedita tempestivamente.

ASSISTENZA SANITARIA/SPESE MEDICHE/BAGAGLIO: Massimale Italia € 600, Europa € 3.000, Mondo € 50.000.Rientro anticipato per imminente pericolo di vita di tutti i parenti più stretti, franchigia € 50.

Incluse anche malattie preesistenti: escluse solo le malattie croniche (fatti salvi gli aggravamenti imprevisti al momento della partenza) e le malattie neuropsichiatriche. In caso di infortunio o di annullamento prima della partenza si prega di chiamare immediatamente in agenzia o, in caso di giorni di festa, di denunciare il sinistro entro le 24,00 del giorno successivo al giorno dell’evento chiamando il numero verde 800.894124 e indicando il numero di polizza 6002002819/H.

Richiedete in agenzia il prospetto informativo completo.

Annullamenti e Penalità

In caso di rinuncia, fino alla data stabilita per il saldo, verrà reso l’intero importo della caparra ad eccezione delle eventuali spese già sostenute e non rimborsabili, nonché eventuali penali per prenotazioni già effettuate, saranno poste a carico del socio rinunciatario. Successivamente alla data fissata per il saldo, verrà trattenuto il 100% della cifra versata. In caso di annullamento del viaggio, i soci saranno integralmente rimborsati. Il socio rinunciatario potrà farsi sostituire da altro socio, purché alle stesse condizioni (ad es. per la scelta della camera). Il GAM deve essere informato di un’eventuale rinuncia almeno 7 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza.

Questo è un programma di massima, che in fase di attuazione potrebbe subire  variazioni non dipendenti dalla nostra volontà.

Per prenotazioni, informazioni e chiarimenti, contattare:

Maria Ottaiano tel. 02.8910435 (dopo le ore 18 gg. lav.), cell. 3478289771, mariaottaiano22@gmail.com

 


Viaggio di studio in Valtellina e Valchiavenna

14 giugno 2019  
Tema: Visite culturali

Viaggio studio in

Valtellina & Valchiavenna

20-22 settembre 2019

 Valtellina

Le valli furono popolate dal tardo paleolitico. Nell’età del ferro si assiste all’insediamento di popolazioni retiche; Chiavenna diviene capoluogo degli antichi Bergalei (da cui il nome attuale della Val Bregaglia). Dopo la conquista delle Alpi da parte di Augusto (15 a.C.) fu fondata la provincia Raetia et Vindelicia. Chiavenna è uno snodo fondamentale nell’itinerario per il Nord Europa attraverso i passi dello Spluga, Maloja e Julier. Per avere un’idea dell’importanza di Chiavenna nel Medioevo, si pensi che qui avvenne lo storico incontro tra Federico Barbarossa e suo cugino Enrico il Leone nel 1176. Le valli fecero parte del Ducato di Milano, quando la Valtellina fu visitata da Leonardo da Vinci, che nel 1493 apprezzerà i “Vini potenti ed assai”. Nel 1512 i Grigioni occuparono la Valtellina, i contadi di Bormio e Chiavenna, e le tre pievi dell’Alto Lario (Dongo, Gravedona, Sorico). Il Seicento fu funestato dalle guerre di religione (celebre il “sacro macello di Valtellina del 1622). Con l’occupazione napoleonica della Rezia, nel 1798 le valli furono infine unite alla Lombardia.

Il Gruppo Archeologico Milanese nel lontano 1986 ha collaborato alla preparazione dei reperti per il museo della Valchiavenna nella sua prima sede presso la Biblioteca civica.

 

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019

Ritrovo in via Paleocapa, angolo piazzale Cadorna, dalle ore 7:45. Partenza in pullman GT alle 8:00 precise per Colico.

Ore 10:00, visita a Forte Montecchio Nord e nel pomeriggio al Forte di Fuentes, accompagnati da un esperto del Museo della Guerra Bianca. Il Forte Montecchio è la fortezza della Prima Guerra Mondiale meglio conservata in Europa, sede museale e centro studi e documentazione; sulla collina adiacente la fortificazione, che prende il nome dal governatore spagnolo Don Pedro Enriquez de Acevedo conte de Fuentes, fu edificata tra 1601 e 1608 per difendere il confine settentrionale dello Stato di Milano dai Grigioni. Cena in hotel e pernottamento.

Sistemazione all’Hotel Risi, storico e confortevole albergo in riva al lago (Via Lungolario Polti, 1 – Colico; tel. 0341 933089, E.mail info@hotelrisi.it).

 

SABATO 21 SETTEMBRE 2019

Prima colazione in Hotel e partenza alle ore 8:00.

La prima meta della giornata è Grosio, dove visiteremo il castello di S. Faustino, il Castello Nuovo e il parco delle incisioni rupestri: più di 5000 raffigurazioni incise, databili tra la fine del Neolitico (IV millennio a.C.) e l’età del Ferro (I millennio a.C.).

Da Grosio ci sposteremo a Teglio, località che dà il nome alla Val “Tellina”; pranzo libero (possibilità ai Crotti locali) e momento per due passi nel paese. Teglio vanta il primato nei pizzoccheri: tagliatelle di grano saraceno, cotte con patate e verdure (coste ma anche verza) e condite con abbondante formaggio scimudin, burro e salvia. A Teglio visiteremo il palazzo Besta, splendido edificio rinascimentale, presso cui si conserva anche una ricca raccolta di steli preistoriche.

Rientro a Colico, cena in hotel e pernottamento.

 

DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019

Prima colazione in hotel. Ore 8:00 carico bagagli sul pullman e partenza per Chiavenna.

Alla mattina visiteremo Palazzo Vertemati Franchi a Prosto (frazione dell’antico borgo di Piuro, distrutto dalla frana del 1618): il complesso della Casa-museo comprende il palazzo rinascimentale, rustici ed un sistema di aree a verde.

Pranzo tipico al Crotto “Al Prato”. I Pizzoccheri di Chiavenna si distinguono da quelli valtellinesi, perché a forma di piccoli gnocchi bianchi.

Visita del Museo archeologico e del Parco archeologico Paradiso con la “Caurga” (l’antica cava romana di pietra ollare): sezione archeologica con reperti paleomesolitici degli scavi effettuati al pian dei Cavalli, e quelli di epoca romana nell’abitato di Chiavenna e di Piuro. Visita della Collegiata di San Lorenzo, con il celebre fonte battesimale del sec. XII e il magnifico Tesoro, la cui attrazione principale è la “pace” pezzo di oreficeria del sec. XI; nella graziosa cittadina si potranno poi ammirare il ponte sul fiume Mera, e l’antica gogna.

Verso le ore 17:00 partenza per Milano dove contiamo di arrivare attorno alle 19:00.

 

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

I Partecipanti sono tenuti a sottoscrivere il “Regolamento per i Viaggi”.

  • SI CHIEDONO AI SOCI PARTECIPANTI SPIRITO DI ADATTAMENTO, COLLABORAZIONE E DISPONIBILITÀ.
  • SI CONSIGLIANO VIVAMENTE SCARPE COMODE E ABBIGLIAMENTO ADEGUATO.
  • TUTTI I SOCI PARTECIPANTI DOVRANNO ESSERE MUNITI DI CARTA D’IDENTITÀ E TESSERA DEL GAM VALIDA PER L’ANNO IN CORSO.

Massimo 30  posti disponibili, il viaggio si effettuerà solo con un numero di soci superiore a 20 partecipanti.

Modalità di pagamento

Il contributo richiesto è di 270,00 Euro/socio in camera doppia più eventuali adeguamenti; supplemento camera singola 10,00 Euro.

  • Prenotazione e acconto entro martedì 4 giugno 2019: € 100,00
  • Termine ultimo per il saldo martedì 2 luglio 2019: € 170,00.

Dove pagare

Presso la sede in Corso Lodi 8/C, ogni martedì dalle 18 alle 20, assegno o contanti, oppure mediante bonifico bancario, intestato a “Gruppo Archeologico Milanese”:

Unicredit Banca; c/c 5322689; ABI 02008; CAB 01628

IBAN IT 45 U 02008 01628 000005322689.

  • La comunicazione dell’avvenuto pagamento della quota d’iscrizione è obbligatoria! Senza aver informato via mail, telefono o di persona la responsabile dei viaggi non si ha diritto a partecipare.

La quota comprende

Viaggio di A/R con pullman Granturismo, pernottamento in hotel comprensivo di prima colazione e cena con bevande (acqua minerale lt. 0,70-vino della casa lt.0,50), visite guidate, ingressi, il pranzo di domenica, mance.

La quota non comprende

I pranzi di venerdì, sabato e tutto quello che non è elencato sotto la voce “la quota comprende”.

Annullamenti e Penalità

In caso di rinuncia, fino alla data stabilita per il saldo, verrà reso l’intero importo della caparra ad eccezione delle eventuali spese già sostenute e non rimborsabili, nonché eventuali penali per prenotazioni già effettuate, saranno poste a carico del socio rinunciatario. Successivamente alla data fissata per il saldo, verrà trattenuto il 100% della cifra versata. In caso di annullamento del viaggio, i soci saranno integralmente rimborsati. Il socio rinunciatario potrà farsi sostituire da altro socio, purché alle stesse condizioni (ad es. per la scelta della camera). Il GAM deve essere essere informato di un’eventuale rinuncia almeno 7 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza.

Questo è un programma di massima, che in fase di attuazione potrebbe subire delle lievi variazioni non dipendenti dalla nostra volontà.

Per prenotazioni, informazioni e chiarimenti, contattare:

Maria Ottaiano  tel. 02.8910435 (dopo le ore 18 gg lav.), cell.3478289771, mariaottaiano22@gmail.com

 

Corso Lodi 8c, 20135 Milano – tel/fax 02.796372 – email  info@archeologico.org


Gita in giornata a Vercelli

27 maggio 2019  
Tema: Visite culturali

Sabato 8 giugno 2019 – Gita in giornata a Vercelli: per visitare la mostra “La Magna Charta: Guala Bicchieri e il suo lascito” presso lo spazio espositivo Arca – Ex Chiesa di San Marco. La Mostra si estende ai musei cittadini: Borgogna, Leone e del Tesoro del Duomo e all’Archivio di Stato.

Pranzo a Prarolo con menu tipico, nei pressi del castello medievale.

Ritrovo in via Paleocapa dalle ore 8:15; partenza in pullman GT alle ore 8:30 precise, rientro previsto a Milano ore 17:30 circa.

Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera GAM.

Pranzo con menu tipico. Costo € 70, max 25 posti disponibili, prenotazione e pagamento entro martedì 17 aprile 2018. La visita si effettuerà solo con un numero di soci superiore a 15.


Visita guidata al nuovissimo spazio espositivo dell’Ospedale Maggiore

27 maggio 2019  
Tema: Visite culturali

Giovedì 6 giugno 2019 – ore 17

Visita guidata al nuovissimo spazio espositivo dell’Ospedale Maggiore, accompagnati dal Direttore.

Ritrovo in Via Francesco Sforza 28.

Attività riservata ai soci: ricordatevi di portare la tessera GAM.

Massimo 22 posti disponibili! Prenotazione entro martedì 28 maggio.


 

Pagina successiva »